Sport individualeTennis

Bach incontrerà Peng Shuai ai Giochi di Pechino

PUB

Il numero 1 del Cio ha rilasciato un’intervista alla tedesca Dpa: “Ci siamo dati appuntamento durante la nostra prima videochiamata. Siamo tranquilli sulle sue condizioni di salute”

Il numero uno del Cio Thomas Bach, è tornato a parlare del caso Peng Shuai durante un’intervista rilasciata all’agenzia tedesca Dpa: “Nelle due conversazioni che abbiamo avuto, Peng si è detta grata del fatto che abbiamo cercato di contattarla – ha detto Bach -. Ha anche parlato della sua carriera, delle sue tre partecipazioni olimpiche e dell’impatto che la pandemia ha avuto su di lei. Parleremo ancora con lei anche se bisogna rispettare lei e il suo approccio alla questione”.

Secondo il presidente del Cio, la diplomazia “leggera” resta l’approccio giusto: “O si prende una posizione come quella della Wta, o si sceglie l’approccio del contatto diretto come abbiamo fatto noi – ha proseguito Bach, senza considerare che il ceo del circuito femminile ha più volte cercato un contatto, negato, con la tennista -. La Wta ha preso una decisione ed è andata per la sua strada, molte altre organizzazione sportive ne hanno presa una differente. I nostri obiettivi però rimangono gli stessi”. Sulla possibilità che la questione Peng Shuai possa riflettersi negativamente sull’Olimpiade di Pechino 2022, Bach ha affermato: “Pensare che le Olimpiadi possano cambiare un Paese, le sue leggi, o il suo sistema, è sbagliato. I Giochi non possono porre rimedio a questioni che generazioni di politici non hanno risolto”.

Di persona

—  

Thomas Bach e Peng Shuai potrebbero incontrarsi di persona proprio in occasione dei Giochi: “Ci siamo dati questo appuntamento durante la nostra prima conversazione – ha detto ancora il presidente del Cio -. Le modalità le deciderà lei, e dovranno anche rispettare le norma anti Covid. Avevamo delle preoccupazioni per il suo stato di salute, ma i contatti che abbiamo avuto con lei ci hanno tranquillizzato. Questo sforzo umanitario, nei confronti di un’atleta che ha disputato tre edizioni delle Olimpiadi, proseguirà anche dopo Pechino 2022”.

PUB
PUB

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button